Negli ultimi anni sono nate nuove farine e paste ottenute dai legumi. Perché questa esigenza? In quanto sempre più persone sono diventate nel tempo intolleranti o addirittura allergiche ai grani di uso comune. Quindi inizialmente si è iniziato a produrre farine da mais e riso e, ultimamente, dai legumi.

Qual’è il valore nutrizionale di tali paste di legumi? A chi fanno bene? In questo articolo parleremo della pasta di lenticchie e di ceci.

Pasta di lenticchie: qualche dato

La pasta di lenticchie si ottiene dalla macinazione delle lenticchie secche, la farina così ottenuta viene impastata con acqua, gli si dà la forma desiderata e poi viene fatta essiccare.

Nutritivamente parlando questa pasta contiene più proteine che carboidrati ed è adatta ai celiaci in quanto priva di glutine. Non induce picchi glicemici postprandiali e quindi nemmeno il successivo stato di sonnolenza. Inoltre il senso di sazietà dura più a lungo. Per questo motivo è adatta ai diabetici.

Si accompagna molto bene con verdure o sughi di pesce.

Valori nutrizionali

100 gr. di pasta di lenticchie forniscono 334 kilocalorie. Mentre i valori nutrizionali sono così costituiti:

  • carboidrati 48 gr
  • proteine 25 gr
  • grassi 2,2 gr

Essendo ricchi in fibre sono presenti in notevole quantità i sali minerali quali fosforo, potassio e ferro. Mentre attraverso il processo di essiccazione, purtroppo, le vitamine vengono rese inattive.

La pasta di lenticchie la potrete trovare nei negozi bio o nei supermercati molto forniti. Il costo è molto superiore alla comune pasta di farina di grano ma ricordatevi che quella che state comprando in realtà non è farina così non farete paragoni demoralizzanti!

Pasta di ceci: qualche dato

Questa pasta si ottiene dalla macinazione dei ceci secchi, successivamente la farina si impasta con l’acqua, gli viene data la forma desiderata e infine viene fatta essiccare.

Anche questa pasta è perfetta per i celiaci, non avendo glutine al suo interno, e contiene più proteine che carboidrati. Esattamente come la pasta di lenticchie, anche quella di ceci ha diverse proprietà: è lassativa perché piu ricca di fibre, rinforza unghie, ossa e capelli a ragione dei sali minerali in essa presenti. È una pasta adatta anche ai diabetici non provocando picchi glicemici postprandiali. Infine le proteine in essa contenute la rendono particolarmente ricostituente quindi adatta anche ai più piccoli.

Valori nutrizionali

100 gr di pasta di ceci forniscono 336 kilocalorie. I nutrienti principali sono così suddivisi:

  • Carboidrati 44 gr
  • proteine 18 gr
  • grassi 2 gr

Anche nella pasta di ceci ritroviamo le fibre e quindi sali minerali quali fosforo, ferro e potassio. Le vitamine invece sono state inattivate dal processo di essiccazione.

La pasta di ceci si sposa bene con le verdure: zucchine trifolate, cavolfiori al vapore e ripassati in padella, piselli, zucca al forno, erbette miste sono tutti ottimi condimenti per questo genere di pasta.
Il pomodoro invece, a meno che non decidiate di usarlo crudo, non è molto adatto per questo tipo di pasta in quanto contrasta un po’ con il gusto leggermente amaro della pasta. Se volete invece fare un ragù, tra carne e pesce è da preferire il pesce!

Perché scegliere la pasta di legumi?

A volte non prepariamo i legumi, fonte nobile di proteine vegetali, perché la loro lavorazione porta via molto tempo. Occorre osservare i tempi di ammollo, cucinarli (a volte per ore) e, spesso, quando finalmente pensiamo di avere finito, sono ancora crudi. Quanto è meglio quindi avere a disposizione una confezione già pronta di pasta di lenticchie o di ceci, così da preoccuparsi solo del sugo!

La pasta di legumi infatti si cuoce in pochi minuti (il procedimento è lo stesso di quello che siamo soliti usare per la pasta comune) e conserva tutte le proprietà del legume stesso (in particolare il contenuto proteico). Se volete aumentare il vostro consumo di legumi, l’uso della pasta può essere una soluzione pratica e comoda, soprattutto oggigiorno che tutti quanti siamo sempre di corsa e non abbiamo il tempo di elaborare ricette gustose!

In ultima analisi, quindi, queste paste di legumi, nello specifico quelle di lenticchie e di ceci, sono delle alternative valide al solito piatto di pasta comune. Soprattutto per chi ha intolleranze o allergie al glutine, per chi è diabetico o semplicemente ha il desiderio di aumentare il fabbisogno di questi alimenti di origine vegetale. Ne basteranno un 65 gr per un pranzo sostanzioso!

Ora non vi resta che provarle, siamo certi che ne rimarrete piacevolmente sorpresi!